Feed RSS

Jump breadcrumb   Sei in: Home » News » "Puglia&Cinema" - Programma del 26 marzo

“Puglia&Cinema” - Programma del 26 marzo

Dal 26 al 28 marzo il Cinema ABC – Circuito d’Autore ospiterà la Rassegna “Puglia & Cinema” organizzata fuori concorso da Apulia Film Commission in occasione della terza edizione del Bif&ST. Un omaggio al territorio, agli autori, alle maestranze e agli artisti che lo animano tutto l’anno e che, con le loro opere, hanno contribuito alla nascita dell’attuale fervida stagione del cinema pugliese e al rilancio della sua industria audiovisiva. Un’occasione unica per il pubblico di vedere opere che, sebbene abbiano raccolto in taluni casi premi e riconoscimenti internazionali, risultano difficili da reperire nelle normali programmazioni.

Programma 26 Marzo 2012 Cinema ABC – INGRESSO LIBERO

Dalle 15.00 alle 17.00

Densamente spopolata è la felicità” di Francesco Dongiovanni. È stato recentemente proiettato al Festival 
Days of Ethnographic Film di Lubiana (Slovenia). Ha vinto il concorso Principi Attivi- Giovani Idee per una Puglia Migliore ed è stato realizzato con il sostegno del Centro Studi Torre di Nebbia e del Circolo del Cinema bandeàpart.
Il documentario è ambientato sull’altopiano della Murgia - al confine tra Puglia e Basilicata - e racconta la storia di un anziano pastore che ripercorre i percorsi battuti per centinaia di anni dalle greggi, nel sole e nel vento. Il protagonista ripercorre la stessa storia e lo stesso destino che fu dei suoi padri. Un destino di cielo, pietre e solitudine.

“Il rosso e il blu” di Luca Michele Cirasola

Loss of taste” di Luca Nestola, prodotto da Babel Production. Il corto ha vinto il premio BEST SHORT DRAMA allo Slow Motion Food Film Festival di Wolfville, Canada.

La casa nuova” di Giampaolo Marconato. Via Monte Grappa si trova in un quartiere centrale di Bari, Carrassi-San Pasquale. In questa via esiste un mercato che, da più di mezzo secolo, vive e occupa questa strada tutti i giorni, tranne la domenica. Il 7 Dicembre del 2011 è stato l’ultimo giorno di mercato in questa via perchè tutti i commercianti si sono dovuti trasferire in una nuova struttura.  Nel documentario alcuni dei protagonisti che animano questo mercato, commercianti di tutte le età, raccontano la loro vita in strada, le speranze, i dubbi e le paure per questo cambiamento radicale.

Dalle 17.00 alle 19.00

Turni Notturni” di Michele Bia. Il cortometraggio è stato realizzato in coproduzione con Centro Salute Mentale di Mola di Bari, Asl Ba. Banca del Tempo, Ass. Occhi Verdi.
È la storia di Ambrogio e Emilia, una coppia di giovani sposi che non si vedono mai per i differenti turni di lavoro: quando il primo ha il turno di notte, l’altra lavora di giorno e viceversa.

“Natura di stoffa” di Giuseppe Laselva. Il cortometraggio ha rappresentato la video arte italiana targata Userfarm per Frimousses de Créatures, l’iniziativa di beneficenza di UNICEF.
Il corto racconta, in modo onirico e fantastico, il mondo animato di una sartoria dove piccoli oggetti di stoffa compongono una natura fantasiosa e colorata nella quale la bambolina creata da Agatha Ruiz de la Prada viene immersa in modo gioioso.

“Lo straniero” di Alberto d’Agnano e Dario Di Viesto, prodotto da Cosimo Orlando, OZ FILM e Patrocinio della Provincia di Brindisi. Lo straniero” ha ricevuto il Premio Speciale al Sarno Film Festival attribuito dal regista americano Abel Ferrara.
Una storia ambientata in Puglia, teatro di scontri razziali e vendette private. Vito, un ex carabiniere sulla settantina, vive isolato in un vecchio casolare di campagna. Un giorno, mentre lavora la terra, scorge sotto un albero uno straniero privo di coscienza, Icaryo. Il giovane è ricercato perché imputato di un crimine terribile. Vito protegge il ragazzo e lo nasconde nel suo podere. La loro convivenza, fatta di violenza e piccoli gesti d’affetto, li porterà alla redenzione.

“Uno stato di cose” di Domenico de Ceglia prodotto da FARFA in collaborazione con RECIDIVI.
Da Spinazzola, “terra di nessuno” dove i migranti sono in balia dei caporali e vengono relegati a vivere nei vecchi e fatiscenti casolari della riforma agraria, alle campagne del leccese e del nord barese. Le situazioni sono le più differenti. Le accomuna la pesante assenza dello stato e la mancanza di riconoscimenti giuridici. L’Italia si accorge di loro a Rosarno, a Lampedusa, ma volutamente ignora quello che accade nelle campagne di tutto il meridione.

Dalle 19.00 alle 22.00

Spazio ai cortometraggi prodotti da Apulia Film Commission con Progetto Memoria

“Binari” di Alessio Giannone.
Binari racconta il viaggio onirico di Vito Laterza, in un treno che, come dice il protagonista, “congiunge le due vite della mia casa editrice”. Qui, tra consiglieri che cercano di farlo desistere, giovani pieni di ideali e contadini alla ricerca di un lavoro e di una vita migliore, Vito Laterza insegue, senza demordere, il suo sogno di editore.

“Lutto di civiltà” di Pierluigi Ferrandini.
Il cortometraggio racconta gli ultimi giorni di vita di Giuseppe Di Vagno primo parlamentare italiano ad essere assassinato ed il cui omicidio coincise con l’entrata in Parlamento di Benito Mussolini.

“Poppitu” di Roberto de Feo e Vito Palumbo.
Vittorio Bodini, la storia del poeta salentino nell’intreccio della vita di paese.

“Il bando” di Gianluca Sportelli.
Pur di riuscire a girare il proprio cortometraggio un regista entra in Paradiso per incontrare alcune personalità che hanno fatto la storia di Puglia.

Dalle 22.00

“La decima onda” di Francesco Colangelo prodotto da Blue Film e presentato al Festival Shorts Premier Chile.

La dolorosa scelta di tre pescatori pugliesi di doversi sbarazzare del corpo di un migrante, pur di non aver problemi con le autorità. Ognuno di essi ha qualcosa nel proprio passato che lo mette a disagio con le Autorità e con la libera scelta di dare semplice sepoltura a quel povero corpo.

“Senza arte né parte” di Giovanni Albanese prodotto da Lumière & Co.; in collaborazione con Rai Cinema sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e da Apulia Film Commission

Una commedia sul precariato nella storia di tre operai improvvisati falsari di arte contemporanea.

Vi aspettiamo!

News

Conferenza stampa "Le Vacanze intelligenti"

Torna per il secondo anno al cinema ABC - Centro di cultura cinematografica di Bari la rassegna di vecchi e meno vecchi film in 35 mm, realizzata grazie alla [...]

Leggi Tutto

Torna "Closing the Gap - Investment for 360° content"

Tra le iniziative prioritarie che l’Apulia Film Commission ha adottato sin dalla sua costituzione, un posto di assoluto rilievo spetta alla divulgazione della [...]

Leggi Tutto

PugliaGreenHour : la danza, la musica, la filosofia e il teatro nei parchi regionali

Nel segno del rispetto per l’ambiente e per i suoi ritmi naturali, tra danza, musica, filosofia e teatro. Si muove in questa direzione la rassegna [...]

Leggi Tutto

Casting

Casting "Giulietta e Rome"

Il 25 Giugno dalle ore 10:00 alle ore 17:00 presso il Cineporto di Bari si terrà il casting per “Giulietta”. Si [...]

Leggi Tutto

Casting "Vite segnate" di Michele Cacucci

La Cine Art Entertainment di Bari cerca ruoli e comparse per il cortometraggio “Vite Segnate” regia di Michele [...]

Leggi Tutto

Casting per spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro

ALTERA STUDIO cerca differenti ruoli per una serie di spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro da girare in Puglia [...]

Leggi Tutto

Diario

Succede

29 June 2012 - silvio.maselli

Se per oltre tre anni ti svegli la mattina alle cinque, saluti tuo figlio piccolo e tuo marito, prendi la macchina e raggiungi la stazione di Lecce, prendi il treno e arrivi a Bari, attendi [...]

Leggi e Commenta

Sono stati un esempio

28 June 2012 - silvio.maselli

I colleghi che hanno fatto in questi anni la Friuli Venezia Giulia Film Commission sono stati un esempio per tutti noi. Hanno inventato il funding per l’audiovisivo, dotandosi di regole [...]

Leggi e Commenta

La brutta politica

27 June 2012 - silvio.maselli

Si può fare tutto in questo Paese, stuprare la Costituzione, approvare leggi elettorali orrende, approvare una cosa che si chiama IMU e dare la colpa a Monti per la sua introduzione, ma quando [...]

Leggi e Commenta

Torna all'inizio della pagina