Feed RSS

Jump breadcrumb   Sei in: Home » Rassegna stampa » Comunicati Stampa » Frontiere - il programma di Martedì 27 Settembre

Frontiere - il programma di Martedì 27 Settembre

“FRONTIERE-LA PRIMA VOLTA” PROGRAMMA DI MARTEDI’ 27 SETTEMBRE.

ANTEPRIMA EUROPEA DEL FILM “THE SUNSET LIMITED” DI TOMMY LEE JONES (MULTISALA GALLERIA ALLE 19.30), CUI SEGURA’ LA PROIZIONE DELL’INTERVISTA RILASCIATA IN ESCLUSIVA DAL REGISTA.

“LE CONVERSAZIONI DI FRONTIERE” NELL’EX PALAZZO DELLE POSTE: “FACEBOOK FRONTIERA PERMANENTE”, CON GUIDO SCORZA, ARIANNA CICCONE E DINO AMENDUNI (ALLE 11) E “CON AMORE O SENZA”, CON PIERANGELO BITTAFUOCO, GEPPI CUCCIARI E MADDALENA TULANTI (ALLE 18).

In anteprima assoluta europea per “FRONTIERE - La prima volta”, martedì 27 alle 19.30 al Multisala Galleria a Bari, sarà proiettato il film “The Sunset Limited” di Tommy Lee Jones, presente in sala il montatore Roberto Silvi. Seguirà la proiezione dell’intervista rilasciata in esclusiva per “FRINTIERE” del regista Tommy Lee Jones.
Due, invece, saranno gli appuntamenti con “Le Conversazioni di FRONTIERE” (ingresso libero) in programma nell’ex Palazzo delle Poste dell’Università degli Studi di Bari.

“Facebook frontiera permanente” è il tema che sarà affrontato (alle 11) da Guido Scorza, giurista, esperto di diritto informatico, Arianna Ciccone, direttrice del Festival del Giornalismo di Perugia, e Dino Amenduni, social media team leader.
In un mondo che, almeno virtualmente, ha abbattuto tutte le sue frontiere, il web crea una rete di relazioni tanto estesa da essere quasi inimmaginabile o costringe gli uomini nell’eremo di una nuova solitudine? O entrambe le cose? Dalla prima vittoria elettorale targata facebook, quella di Barack Obama, negli Stati Uniti, alla “Primavera araba”, il web 2.0 rappresenta il primo mezzo attraverso il quale, popoli di ogni parte del mondo, hanno potuto esprimersi senza l’ausilio di mediazioni, cliccare “mi piace” e “condividere” immagini e riflessioni, diventando protagonisti nell’era della connessione perpetua. Google, youtube, facebook, twitter, skype, tante facce di un’unica impellente necessità, quella di tenere il mondo nel palmo di una mano, scambiando informazioni in tempo reale, con il rischio però di diventare semplici spugne impreparate a gestire migliaia di notizie contemporanee. O incapaci di distinguere la verità dalla popolarità, il successo dall’obiettività. Protagonisti anche nelle campagne elettorali degli ultimi anni, i social media, secondo molti, detteranno il calendario delle scelte future di leader politici, imprenditori, nuovi strateghi del marketing e della comunicazione, perché il potere dei social media, alla fine, logorerà chi non ce l’ha. Ma questi strumenti, e gli utenti che li usano, sono abbastanza maturi da gestirne l’enorme potenziale per metterlo al servizio del cambiamento sociale?

Sempre nell’ex Palazzo delle Poste, alle 18, il giornalista e scrittore Pietrangelo Buttafuoco e l’attrice Geppi Cucciari, introdotti dal vicedirettore de “Il Corriere del Mezzogiorno Maddalena Tulanti, affronteranno il tema “Con amore o senza”.

Alla scoperta dell’altro, nell’esordio dell’incontro sensoriale e sentimentale. Avvicinamenti che occupano le frontiere degli sguardi lanciati di sfuggita, di mezze parole sussurrate o di slanci clamorosi, di promesse disattese il più delle volte solo a se stessi, o di “e vissero insieme felici e contenti”. Alla base, sempre, quell’attrazione che che fa vivere l’eros come la primordiale delle scoperte, sia si tratti del maschio ad ogni costo che del gentil sesso.
Eppure, si fa un gran dire che gli uomini e le donne vivono il sesso in maniera diversa, i primi tutti presi dall’ansia da prestazione e le seconde impegnate a rendere sentimentale anche il tatto, ma in fondo, gli uni e le altre tesi ad inseguire nient’altro che la soddisfazione delle proprie aspettative. Dalla prima volta poi, niente sarà più come prima, e l’ultima deve necessariamente lasciare il segno. Tra ironia e forse anche con un po’ di malinconia, l’esplorazione di quell’attrazione ancestrale nei confronti di chi riesce ad occupare non solo il nostro letto, ma anche qualcos’altro, dal cervello al cuore, con amore o senza.

Il programma della giornata prosegue con i “FILM DI FRONTIERA”, seconda rassegna a ingresso libero programmata al cinema Abc, con la proiezione del film “Mur” di Simone Bitton, presente in sala. Nel film la regista, propone una riflessione cinematografica sul conflitto israeliano- palestinese in cui sfuma i confini dell’odio affermando la sua doppia identità di ebrea e di araba.

I biglietti sono disponibili gratuitamente a partire dalla 18.30 ogni giorno presso il botteghino del cinema Abc.

Visibile fino al 23 ottobre nell’ex Palazzo delle Poste (tutti giorni dalle 10 alle 21, ingresso libero) la mostra fotografica “La prima volta di Gianni Berengo Gardin, Ferdinando Scianna e Olivo Barbieri” a cura di Pier Giorgio Carizzoni.

Al Cineporto di Bari, invece, è visibile fino al 5 ottobre la mostra documentaria “IntegrAzione”: vent’anni dagli sbarchi albanesi sulle coste pugliesi realizzata da fotoreporter Vittorio Arcieri per Integra Onlus (ingresso libero, visitabile dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18).

“FRONTIERE – La prima volta”, fino al 1° ottobre si svolgerà tra i saloni dell’ex Palazzo delle Poste dell’Università di Bari, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Cinema ABC, il Multisala Galleria, e il Cineporto di Bari in Fiera del Levante, è una ricerca, un tragitto, un’opportunità di conoscere temi e protagonisti, un passo lungo le frontiere, di là da ogni luogo comune.

“FRONTIERE – La prima volta”, ideata da Oscar Iarussi che la dirige con Silvio Danese e Pier Giorgio Carizzoni, è promossa dalla Regione Puglia e dall’Unione Europea con fondi FESR 2007-2013 riferiti all’Asse IV - Linea d’Intervento 4.3, e organizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission, ed è organizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission, in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, il Comune di Bari e la Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari.

INFO su orari e prezzi: www.frontiereweb.it

Bari, lunedì 26 settembre 2011

News

Conferenza stampa "Le Vacanze intelligenti"

Torna per il secondo anno al cinema ABC - Centro di cultura cinematografica di Bari la rassegna di vecchi e meno vecchi film in 35 mm, realizzata grazie alla [...]

Leggi Tutto

Torna "Closing the Gap - Investment for 360° content"

Tra le iniziative prioritarie che l’Apulia Film Commission ha adottato sin dalla sua costituzione, un posto di assoluto rilievo spetta alla divulgazione della [...]

Leggi Tutto

PugliaGreenHour : la danza, la musica, la filosofia e il teatro nei parchi regionali

Nel segno del rispetto per l’ambiente e per i suoi ritmi naturali, tra danza, musica, filosofia e teatro. Si muove in questa direzione la rassegna [...]

Leggi Tutto

Casting

Casting "Giulietta e Rome"

Il 25 Giugno dalle ore 10:00 alle ore 17:00 presso il Cineporto di Bari si terrà il casting per “Giulietta”. Si [...]

Leggi Tutto

Casting "Vite segnate" di Michele Cacucci

La Cine Art Entertainment di Bari cerca ruoli e comparse per il cortometraggio “Vite Segnate” regia di Michele [...]

Leggi Tutto

Casting per spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro

ALTERA STUDIO cerca differenti ruoli per una serie di spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro da girare in Puglia [...]

Leggi Tutto

Diario

Succede

29 June 2012 - silvio.maselli

Se per oltre tre anni ti svegli la mattina alle cinque, saluti tuo figlio piccolo e tuo marito, prendi la macchina e raggiungi la stazione di Lecce, prendi il treno e arrivi a Bari, attendi [...]

Leggi e Commenta

Sono stati un esempio

28 June 2012 - silvio.maselli

I colleghi che hanno fatto in questi anni la Friuli Venezia Giulia Film Commission sono stati un esempio per tutti noi. Hanno inventato il funding per l’audiovisivo, dotandosi di regole [...]

Leggi e Commenta

La brutta politica

27 June 2012 - silvio.maselli

Si può fare tutto in questo Paese, stuprare la Costituzione, approvare leggi elettorali orrende, approvare una cosa che si chiama IMU e dare la colpa a Monti per la sua introduzione, ma quando [...]

Leggi e Commenta

Torna all'inizio della pagina