Feed RSS

Jump breadcrumb   Sei in: Home » Rassegna stampa » Comunicati Stampa » Le conversazioni di Frontiere - primo incontro con Mario Martone

Le conversazioni di Frontiere - primo incontro con Mario Martone

MARIO MARTONE INAUGURA LE “CONVERSAZIONI DI FRONTIERE”

PER “LE CONVERSAZIONI DI FRONTIERE” DOMANI, VENERDI’ 23 SETTEMBRE ALLE 11 NELL’EX PALAZZO DELLE POSTE A BARI, IL REGISTA MARIO MARTONE, INTRODOTTO DAL CRITICO CINEMATOGRAFICO OSCAR IARUSSI, SARA’ PROTAGONISTA DELL’INCONTRO APERTO AL PUBBLICO “NOI CREDEVAMO – IL CINEMA E L’ITALIA DEI 150 ANNI”.

Dopo la gremita inaugurazione di ieri sera nell’ex Palazzo delle Poste di Bari, sarà il regista Mario Martone, introdotto dal critico cinematografico e ideatore di “FRONTIERE” Oscar Iarussi, a inaugurare domani, venerdì 23 alle 11 nel medesimo ex Palazzo delle Poste a Bari, “Le conversazioni di Frontiere”, incontri a ingresso libero inseriti nel cartellone degli appuntamenti della prima edizione di “FRONTIERE –La prima volta”, che si svolge a Bari dal 21 settembre al 1° ottobre 2011. Ispirato dal suo ultimo capolavoro cinematografico, “Noi credevamo”, il regista napoletano affronterà il tema: “Noi crederemo – Il cinema e l’Italia dei 150 anni”.

Abbiamo creduto e crederemo ancora. 150 anni di storia d’Italia che realizzano gli ideali di quegli eroi risorgimentali, spesso sconosciuti ai più, se non per intitolazioni di strade cittadine o per freddi busti al centro delle piazze.
Il regista Mario Martone invece, dietro quei volti freddi è andato a ricercare le storie, per dare vita ad un film che lo ha impegnato sei anni per la sua realizzazione, “Noi credevamo”.
Un progetto che ha varcato il limite della celebrazione fine a stessa, nella concomitanza dei 150 anni dell’Unità d’Italia, per scavare nelle vicende di quegli uomini e quelle donne che hanno creduto davvero di poter cambiare il loro mondo e lo hanno fatto. Loro, erano soprattutto giovani, basti pensare che Giuseppe Mazzini quando fondò la Giovine Italia aveva solo 26 anni. Animati da ideali che inseguivano la costruzione di un’identità nazionale, unendo le frontiere di un nord e di un sud che divisi erano destinati a soccombere, i padri risorgimentali diventano oggi stimolo a discussioni sul cammino percorso dall’Italia fino a questo punto e sul futuro. Quando il cinema, come quello di Mario Martone, si fa frontiera tra passato e futuro.

La giornata di “FRONTIERE” prosegue al cinema ABC di Bari (ingresso libero) alle ore 20 con la proiezione del film “Il rullo compressore e il violino” di AndreiTarkovskij, pellicola che racconta la storia del piccolo Sasà e della sua passione per lo studio del violino. Film d’esordio del maestro della Nouvelle Vogue, “I quattrocento colpi” di Francois Truffaut sarà poi sullo schermo alle 22. I biglietti sano disponibili gratuitamente a partire dalla 18.30 ogni giorno presso il botteghino del cinema Abc.

Visibile fino al 23 ottobre nell’ex Palazzo delle Poste (tutti giorni dalle 10 alle 21, ingresso libero) la mostra fotografica “La prima volta di Gianni Berengo Gardin, Ferdinando Scianna e Olivo Barbieri” a cura di Pier Giorgio Carizzoni.

Al Cineporto di Bari, invece, è visibile fino al 5 ottobre la mostra documentaria “IntegrAzione”: vent’anni dagli sbarchi albanesi sulle coste pugliesi realizzata da fotoreporter Vittorio Arcieri per Integra Onlus (ingresso libero, visitabile dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18).

“FRONTIERE – La prima volta”, fino al 1° ottobre si svolgerà tra i saloni dell’ex Palazzo delle Poste, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Cinema ABC, il Multisala Galleria, e il Cineporto di Bari in Fiera del Levante, è una ricerca, un tragitto, un’opportunità di conoscere temi e protagonisti, un passo lungo le frontiere, di là da ogni luogo comune.

“FRONTIERE – La prima volta”, ideata da Oscar Iarussi che la dirige con Silvio Danese e Pier Giorgio Carizzoni, è promossa dalla Regione Puglia e dall’Unione Europea con fondi FESR 2007-2013 riferiti all’Asse IV - Linea d’Intervento 4.3, e organizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission, ed è organizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission, in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, il Comune di Bari e la Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari.

INFO su orari e prezzi: www.frontiereweb.it

Bari, giovedì 22 settembre 2011

News

Conferenza stampa "Le Vacanze intelligenti"

Torna per il secondo anno al cinema ABC - Centro di cultura cinematografica di Bari la rassegna di vecchi e meno vecchi film in 35 mm, realizzata grazie alla [...]

Leggi Tutto

Torna "Closing the Gap - Investment for 360° content"

Tra le iniziative prioritarie che l’Apulia Film Commission ha adottato sin dalla sua costituzione, un posto di assoluto rilievo spetta alla divulgazione della [...]

Leggi Tutto

PugliaGreenHour : la danza, la musica, la filosofia e il teatro nei parchi regionali

Nel segno del rispetto per l’ambiente e per i suoi ritmi naturali, tra danza, musica, filosofia e teatro. Si muove in questa direzione la rassegna [...]

Leggi Tutto

Casting

Casting "Giulietta e Rome"

Il 25 Giugno dalle ore 10:00 alle ore 17:00 presso il Cineporto di Bari si terrà il casting per “Giulietta”. Si [...]

Leggi Tutto

Casting "Vite segnate" di Michele Cacucci

La Cine Art Entertainment di Bari cerca ruoli e comparse per il cortometraggio “Vite Segnate” regia di Michele [...]

Leggi Tutto

Casting per spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro

ALTERA STUDIO cerca differenti ruoli per una serie di spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro da girare in Puglia [...]

Leggi Tutto

Diario

Succede

29 June 2012 - silvio.maselli

Se per oltre tre anni ti svegli la mattina alle cinque, saluti tuo figlio piccolo e tuo marito, prendi la macchina e raggiungi la stazione di Lecce, prendi il treno e arrivi a Bari, attendi [...]

Leggi e Commenta

Sono stati un esempio

28 June 2012 - silvio.maselli

I colleghi che hanno fatto in questi anni la Friuli Venezia Giulia Film Commission sono stati un esempio per tutti noi. Hanno inventato il funding per l’audiovisivo, dotandosi di regole [...]

Leggi e Commenta

La brutta politica

27 June 2012 - silvio.maselli

Si può fare tutto in questo Paese, stuprare la Costituzione, approvare leggi elettorali orrende, approvare una cosa che si chiama IMU e dare la colpa a Monti per la sua introduzione, ma quando [...]

Leggi e Commenta

Torna all'inizio della pagina