Feed RSS

Jump breadcrumb   Sei in: Home » Rassegna stampa » Comunicati Stampa » "MarPiccolo" al Festival di Roma

“MarPiccolo” al Festival di Roma

DA DOMANI, MARTEDI’ 20 ALLE 10 NELLA SALA SINOPOLI A ROMA, PROIEZIONI APERTE AL PUBBLICO PER “MARPICCOLO”, IL NUOVO FILM DI ALESSANDRO DI ROBILANT, GIRATO INTERAMENTE A TARANTO E SOSTENUTO DALL’APULIA FILM COMMISSION.

L’Apulia Film Commission comunica che il film “Marpiccolo” di Alessandro di Robilant - presente alla quarta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma nella sezione “Alice nella città” - dopo il successo ottenuto ieri alla presentazione riservata alla stampa, inizia un breve ciclo di proiezioni aperte al pubblico.
Il nuovo lungometraggio del regista Di Robilant, prodotto da Marco Donati per Overlook Production, Rai Cinema e con il sostegno di Apulia Film Commission, sarà programmato con proiezioni aperte al pubblico domani (martedì 20 ottobre) alle 10 nella Sala Sinopoli, mercoledì 21 ottobre (alle 17) nella Sala Cinema Ikea e giovedì 22 ottobre (alle 20) al Metropolitan 1.

Interpeti della vicenda sono gli attori Giulio Beranek, Anna Ferruzzo, Selenia Orzella, Roberto Bovenga, Nicola Rignanese, la barese Maria Pia Autorino e il tarantino Michele Riondino, tra gli interpreti de “Il passato è una terra straniera” di Daniele Vicari, anche presente al Festival romano.

Scritto da Andrea Cotti e Leonardo Fasoli, su ispirazione del libro “Stupido” scritto dallo stesso Cotti (Rizzoli editori), il film è interamente ambientato a Taranto nel quartiere Paolo VI, stretto tra la sagoma velenosa dell’ILVA e il profilo liquido del “Mare Piccolo”.

Strade dissestate, bus che non passano mai, case prefabbricate. Inutile cercare librerie, farmacie, centri commerciali, negozi: non c’è niente, e quel poco che c’è – bar, alimentari, officine meccaniche – è abusivo e illegale.
In questo quartiere al limite delle condizioni di vivibilità vive Tiziano, un ragazzino che sogna soltanto di andarsene via. Tra scelte difficili, tradimenti e riappacificazioni, “Marpiccolo” è un racconto di dolore e amore nella città “dei due mari”. Ma anche un atto d’amore per una terra mai doma, capace di grandi redenzioni.

Bari, lunedì 19 ottobre 2009

News

Conferenza stampa "Le Vacanze intelligenti"

Torna per il secondo anno al cinema ABC - Centro di cultura cinematografica di Bari la rassegna di vecchi e meno vecchi film in 35 mm, realizzata grazie alla [...]

Leggi Tutto

Torna "Closing the Gap - Investment for 360° content"

Tra le iniziative prioritarie che l’Apulia Film Commission ha adottato sin dalla sua costituzione, un posto di assoluto rilievo spetta alla divulgazione della [...]

Leggi Tutto

PugliaGreenHour : la danza, la musica, la filosofia e il teatro nei parchi regionali

Nel segno del rispetto per l’ambiente e per i suoi ritmi naturali, tra danza, musica, filosofia e teatro. Si muove in questa direzione la rassegna [...]

Leggi Tutto

Casting

Casting "Giulietta e Rome"

Il 25 Giugno dalle ore 10:00 alle ore 17:00 presso il Cineporto di Bari si terrà il casting per “Giulietta”. Si [...]

Leggi Tutto

Casting "Vite segnate" di Michele Cacucci

La Cine Art Entertainment di Bari cerca ruoli e comparse per il cortometraggio “Vite Segnate” regia di Michele [...]

Leggi Tutto

Casting per spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro

ALTERA STUDIO cerca differenti ruoli per una serie di spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro da girare in Puglia [...]

Leggi Tutto

Diario

Succede

29 June 2012 - silvio.maselli

Se per oltre tre anni ti svegli la mattina alle cinque, saluti tuo figlio piccolo e tuo marito, prendi la macchina e raggiungi la stazione di Lecce, prendi il treno e arrivi a Bari, attendi [...]

Leggi e Commenta

Sono stati un esempio

28 June 2012 - silvio.maselli

I colleghi che hanno fatto in questi anni la Friuli Venezia Giulia Film Commission sono stati un esempio per tutti noi. Hanno inventato il funding per l’audiovisivo, dotandosi di regole [...]

Leggi e Commenta

La brutta politica

27 June 2012 - silvio.maselli

Si può fare tutto in questo Paese, stuprare la Costituzione, approvare leggi elettorali orrende, approvare una cosa che si chiama IMU e dare la colpa a Monti per la sua introduzione, ma quando [...]

Leggi e Commenta

Torna all'inizio della pagina