Feed RSS

Jump breadcrumb   Sei in: Home » Rassegna stampa » Comunicati Stampa » "Terremoto delle Donne" anteprima nazionale per Frontiere al Petruzzelli

“Terremoto delle Donne” anteprima nazionale per Frontiere al Petruzzelli

“IL TERREMOTO DELLE DONNE”, PERFORMANCE IN ANTEPRIMA NAZIONALE, GIOVEDI’ 29 SETTEMBRE AL TEATRO PETRUZZELLI PER “ROSSO DI SERA”, NELL’AMBITO DELLA RASSEGNA “FRONTIERE – LA PRIMA VOLTA”, A BARI DAL 21 AL 1° OTTOBRE.

NELLA STESSA SERATA ANCHE LA PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO “LA NAVE DOLCE WORK IN PROGRESS” DI DANIELE VICARI, LE LETTURE DELLO SCRITTORE GIANRICO CAROFIGLIO E DELL’ATTRICE MAYA SANSA (DA UN TESTO DI ADONIS) E IL CONCERTO DEL DIEGO AMADOR TRIO.

Che fine ha fatto L’Aquila? Come mai non si parla più del terremoto che ha devastato la città abruzzese? La performance “Il terremoto delle donne – Voci e visioni dell’Aquila”, oltre a riportare alla luce il dramma non ancora risolto vissuto dalle gente del Capoluogo abruzzese, mette in evidenza quanto è stato importante il ruolo delle donne aquilane nella sopravvivenza e nel ripristino della quotidianità del post terremoto.
L’Aquila, quindi, è diventata una città di confine, quasi dimenticata da tutti e da tutto. Per questo la performance, prodotto da Animammersa, Big Sur e OfficinaVisioni, diventa un momento di grande riflessione alla prima edizione di “FRONTIERE – La prima volta” e, in esclusiva nazionale, sarà in scena il 29 al teatro Petruzzelli di Bari per “ROSSO DI SERA”.

“Il terremoto delle donne” è un viaggio nelle zone rosse dell’Aquila, la città distrutta dal terremoto del 6 aprile 2009. Due anni e mezzo dopo il sisma, sulle linee di confine della città e dei piccoli centri storici ancora invasi da macerie, si levano forti le voci delle donne che non vogliono abbandonare il loro territorio e mettono in scena corpi, visioni, sogni e riflessioni che mirano ad una ricostruzione fisica e soprattutto mentale, quasi un miraggio per chi vive tra le scosse, il caos e la follia del presente.

“Il terremoto delle donne” è una performance di cose da guardare su uno schermo cinematografico abitato da ombre, voci e corpi di due attrici aquilane, Patrizia Bernardi e Antonella Cocciante, diretta da Patrizia Bernardi e dal salentino Paolo Pisanelli, su testi di Rita Biamonti. Lo spettacolo si avvale anche della collaborazione di Matteo Gherardini (montaggio video), Carlo Pelliccione (musiche), Antonio De Luca (sculture sonore), Paolo Pisanelli (fotografia) e Anna Pacifica Colasacco, Marianna De Lellis, Anna Maria Guerrieri e Luisa Nardecchia (autori dei brani tratti da internet).

Inserita nella “trama” della seconda serata di “ROSSO DI SERA” anche la proiezione del documentario “La nave dolce work in progress” di Daniele Vicari, documentario dedicato al ventennale dell’arrivo nel porto di Bari della nave Vlora, carica di 20mila albanesi. A seguire lo scrittore Gianrico Carofiglio, tra gli autori più tradotti in tutto il mondo, con una lecture su “Bari, città di frontiera”. L’attrice italo iraniana Maya Sansa sarà protagonista del reading “Storia lacerata nel corpo di una donna” di Adonis, il più importante poeta arabo contemporaneo, con l’accompagnamento musicale del violoncellista Davide Viterbo. Infine, la performance musicale di Diego Amador Trio formazione considerata tra le più interessanti del panorama jazzistico internazionale, capace di unire l’anima del flamenco con le suggestioni del jazz.

“FRONTIERE – La prima volta”, che si svolgerà dal 21 settembre al 1° ottobre tra i saloni dell’ex Palazzo delle Poste, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Cinema ABC e il Multisala Galleria, è una ricerca, un tragitto, un’opportunità di conoscere temi e protagonisti, un passo lungo le frontiere, di là da ogni luogo comune.

“FRONTIERE – La prima volta”, ideata da Oscar Iarussi che la dirige con Silvio Danese e Pier Giorgio Carizzoni, è promossa dalla Regione Puglia e dall’Unione Europea con fondi FESR 2007-2013 riferiti all’Asse IV - Linea d’Intervento 4.3, e organizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission, ed è organizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission, in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, il Comune di Bari e la Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari.

INFO su orari e prezzi: www.frontiereweb.it

Bari, venerdì 16 settembre 2011

News

Conferenza stampa "Le Vacanze intelligenti"

Torna per il secondo anno al cinema ABC - Centro di cultura cinematografica di Bari la rassegna di vecchi e meno vecchi film in 35 mm, realizzata grazie alla [...]

Leggi Tutto

Torna "Closing the Gap - Investment for 360° content"

Tra le iniziative prioritarie che l’Apulia Film Commission ha adottato sin dalla sua costituzione, un posto di assoluto rilievo spetta alla divulgazione della [...]

Leggi Tutto

PugliaGreenHour : la danza, la musica, la filosofia e il teatro nei parchi regionali

Nel segno del rispetto per l’ambiente e per i suoi ritmi naturali, tra danza, musica, filosofia e teatro. Si muove in questa direzione la rassegna [...]

Leggi Tutto

Casting

Casting "Giulietta e Rome"

Il 25 Giugno dalle ore 10:00 alle ore 17:00 presso il Cineporto di Bari si terrà il casting per “Giulietta”. Si [...]

Leggi Tutto

Casting "Vite segnate" di Michele Cacucci

La Cine Art Entertainment di Bari cerca ruoli e comparse per il cortometraggio “Vite Segnate” regia di Michele [...]

Leggi Tutto

Casting per spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro

ALTERA STUDIO cerca differenti ruoli per una serie di spot ministeriali per la regia di Roberto Tafuro da girare in Puglia [...]

Leggi Tutto

Diario

Succede

29 June 2012 - silvio.maselli

Se per oltre tre anni ti svegli la mattina alle cinque, saluti tuo figlio piccolo e tuo marito, prendi la macchina e raggiungi la stazione di Lecce, prendi il treno e arrivi a Bari, attendi [...]

Leggi e Commenta

Sono stati un esempio

28 June 2012 - silvio.maselli

I colleghi che hanno fatto in questi anni la Friuli Venezia Giulia Film Commission sono stati un esempio per tutti noi. Hanno inventato il funding per l’audiovisivo, dotandosi di regole [...]

Leggi e Commenta

La brutta politica

27 June 2012 - silvio.maselli

Si può fare tutto in questo Paese, stuprare la Costituzione, approvare leggi elettorali orrende, approvare una cosa che si chiama IMU e dare la colpa a Monti per la sua introduzione, ma quando [...]

Leggi e Commenta

Torna all'inizio della pagina